Comunicato del Presidente del 22 maggio 2013

Indicazioni operative per  l’attuazione della Deliberazione n. 26 del 22 maggio 2013

Allegato: Specifiche tecniche per la  pubblicazione dei dati ai sensi dell’art. 1 comma 32 Legge n. 190/2012 -  Versione 1.0 – formato .pdf 350kb

Il  Presidente

VISTA la Deliberazione  n. 26 del 22 maggio 2013recante ad oggetto “Prime indicazioni  sull’assolvimento degli obblighi di trasmissione delle informazioni  all’Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e  Forniture, ai sensi dell’art. 1, comma 32 della legge n. 190/2012” (di seguito  Deliberazione)

CONSIDERATA la necessità di uniformare il  comportamento dei soggetti di cui all’art. 2 comma 1 della Deliberazione  medesima

 

COMUNICA CHE

 

L’invio all’Autorità della comunicazione attestante  l’avvenuto adempimento degli obblighi di cui all’art. 1 comma 32 della Legge  190/2012 si intende assolto esclusivamente mediante l’utilizzo dell’apposito  modulo messo a disposizione nella sezione Servizi ad accesso libero –  Modulistica del portale istituzionale dell’Autorità www.avcp.it, nel rispetto delle istruzioni riportate nel modulo medesimo.
Saranno  accettati esclusivamente i moduli provenienti da un indirizzo di PEC della  stazione appaltante e indirizzati all’indirizzo PEC dedicato comunicazioni@pec.avcp.it.
Ciascuno dei  soggetti individuati all’art. 2 comma 1 della Deliberazione è tenuto all’invio  di un’unica comunicazione, riferita al proprio codice fiscale. Eventuali  rettifiche della URL di pubblicazione potranno essere gestite con successive  trasmissioni stesso mezzo. Sarà in ogni caso ritenuta valida l’ultima  comunicazione ricevuta in ordine di tempo, alla data in cui l’Autorità eseguirà  le verifiche di competenza.
L’Autorità  ha individuato nel formato XML lo standard aperto da utilizzare per la  pubblicazione definendo altresì, nell’allegato tecnico al presente Comunicato,  gli schemi XSD che i soggetti di cui all’art. 2 comma 1 della Deliberazione  sono chiamati a rispettare per la pubblicazione.
La licenza  d’uso applicata ai file pubblicati sui propri siti istituzionali dai soggetti  di cui all’art. 2 comma 1 della Deliberazione, non potrà in nessun caso  prevedere limitazioni rispetto a quanto stabilito dalla Legge 190/2012 ovvero  la possibilità di scaricare liberamente, analizzare e rielaborare, anche a fini  statistici, i dati informatici. L’applicazione di licenze d’uso eventualmente  più restrittive si intenderà in ogni caso caso superato dalle finalità della  norma.
I soggetti  di cui all’art. 2 comma 1 della Deliberazione sono tenuti a garantire la  disponibilità nel tempo, alla URL riportata nel modello di comunicazione di  avvenuto adempimento, dei dati pubblicati con le modalità stabilite nel  presente Comunicato. Tra il 1 febbraio e il 30 aprile di ciascun anno,  l’Autorità eseguirà da un minimo di due a un massimo di cinque tentativi di  accesso automatizzato agli indirizzi comunicati; i tentativi saranno eseguiti  nell’arco delle 24 ore a distanza non inferiore a 72 ore l’uno dall’altro.  L’indisponibilità della risorsa a tutti i tentativi di accesso sarà equiparata  ad omessa pubblicazione e, in quanto tale, oggetto di segnalazione alla Corte  dei Conti ai sensi dell’art. 1 comma 32 della Legge 190/2012. Analogamente per  il mancato rispetto di una qualunque delle regole stabilite nella  Deliberazione, nel presente Comunicato e nei rispettivi allegati tecnici.

 

Il Presidente
Sergio Santoro